La città che vigliamo

Quella del Comitato Civico Gente di Foggia è un’avventura che parte da lontano e che vede affondare le radici nel mio impegno politico, ma soprattutto nell’impegno di tante per-sone, che alcuni anni fa decisero di non girare la testa dall’altra parte e di impegnarsi per migliorare le cose nella propria città e nella propria comunità di quartiere. Nacque il Comitato di Quartiere Croci, poi quello di Parco San Felice e poi tanti altri, che si risolverà idealmente tutte le persone di buona volontà sparse nella nostra amata Foggia. Gente di Foggia è il comitato del professionista, dell’impiegato, del-la casalinga, dello studente, che impegnano parte del loro tempo per indicare ciò che non va, migliorare le condizioni di vita del posto dove sono nati e cresciuti, e progettare un futuro migliore. Gente di Foggia è il comitato di chi si vuole mettere in gioco, non il circolo politico del consigliere comunale di turno. Lo stato d’animo si mette alla fine anche sulla questione dello sgombero delle palazzine di via Miranda, dove si sta sta muovendo non solo grazie alle istituzioni, ma per me-rito dei cittadini che hanno detto basta, che si sono uniti e che hanno deciso di non interpretare la parte dello struzzo che mette la testa sotto la sabbia. Ecco la domanda per metterci la faccia, la passione e la volontà per rendere questa città migliore. Questa è la gente di Foggia. Lo stato d’animo si mette alla fine anche sulla questione dello sgombero delle palazzine di via Miranda, dove si sta sta muovendo non solo grazie alle istituzioni, ma per me-rito dei cittadini che hanno detto basta, che si sono uniti e che hanno deciso di non interpretare la parte dello struzzo che mette la testa sotto la sabbia. Ecco la domanda per metterci la faccia, la passione e la volontà per rendere questa città migliore. Questa è la gente di Foggia. Lo stato d’animo si mette alla fine anche sulla questione dello sgombero delle palazzine di via Miranda, dove si sta sta muovendo non solo grazie alle istituzioni, ma per me-rito dei cittadini che hanno detto basta, che si sono uniti e che hanno deciso di non interpretare la parte dello struzzo che mette la testa sotto la sabbia. Ecco la domanda per metterci la faccia, la passione e la volontà per rendere questa città migliore. Questa è la gente di Foggia. Ecco la domanda per metterci la faccia, la passione e la volontà per rendere questa città migliore. Questa è la gente di Foggia. Ecco la domanda per metterci la faccia, la passione e la volontà per rendere questa città migliore. Questa è la gente di Foggia.

Salvatore de Martino

SUL GIORNALE >>

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*